Effetti Superbonus 110% sul mercato Immobiliare

Gli effetti del Superbonus e Sismabonus 110% sul mercato immobiliare – Marco Marcatili

Il tema della classe energetica degli edifici coinvolge il Superbonus e il Sismabonus 110%, oggetto del terzo intervento, di Marco Marcatili, Responsabile Sviluppo Nomisma. Allo stato attuale, un percorso a ostacoli, come evidenziato dall’Osservatorio 110 di Nomisma, che presenta diverse criticità.

il poderoso incentivo inaugurato nel maggio del 2020 è senza dubbio la più grande politica espansiva del Governo italiano dal Dopoguerra a oggi, ma la platea delle famiglie beneficiarie è ancora esigua, la misura è nuova per la filiera e richiede continui aggiustamenti e interpretazioni per risolvere le numerose incertezze che si sono susseguite in questi due anni. A oggi, lo Stato sta pagando 23,23 miliardi di euro e questo, di fatto, è l’unico strumento di transazione ecologica presente oggi in Italia. Ma i rumors che in questo momento stiamo raccogliendo sono tanti: non si trovano più le imprese, le norme sulla cessione del credito rischiano di bloccare la misura, i rincari delle materie prime fermeranno i cantieri, i tempi di monetizzazione dei crediti già presenti nel cassetto fiscale sono troppo lunghi… un quadro che denota un effetto scoraggiamento, misurabile in questi termini: se nel marzo 2021 le famiglie interessate al Bonus 110 erano 10,5 milioni, oggi sono 7,5 milioni. 

I motivi che spiegano questo calo sono legati alle incertezze che scoraggiano la platea: iter procedurali, burocrazia, tempi lunghi, prezzi. “Un percorso a singhiozzo che rallenta la costruzione di un volano per la filiera”.

Monitor 110 ha inoltre fotografato la domanda potenziale e gli interventi effettivi. A oggi solo il 37% delle famiglie (2,7 milioni) è in fase operativa, ha avviato i lavori o accertato i requisiti, mentre il 31% è in fase esplorativa e il 32% ancora attendista. L’amministratore di condominio è il principale motore dell’iniziativa, nel 44% dei casi. Dei 23,23 miliardi erogati dallo Stato citati sopra, 10,3 sono per i condomini. Alcune regioni sono più attrezzate di altre: Lombardia, Veneto e Lazio, non solo in quanto più popolose, ma perché hanno più imprese e più condomini. Le famiglie operative vivono in città grandi, hanno un reddito familiare più elevato, hanno una seconda casa. Dati che confermano un sospetto: ci troviamo davanti a una misura iniqua, che premia alcune classi sociali benestanti e ne penalizza altre, evidentemente meno equipaggiate. Dal punto di vista degli interventi effettivi, il Cappotto riguarda 4 interventi su 5, seguito dagli infissi e dagli impianti, ovvero i trainati

La valutazione complessiva sull’impatto di questa misura non può peraltro prescindere dai disagi raccontati dalle famiglie sulla normativa, sulla cessione del credito, sull’inaffidabilità di alcune imprese, che speculano sui prezzi o consegnano lavori con irregolarità. “Una famiglia su tre ha avuto problemi con il mercato, non con la misura in sé. Per tutti questi motivi continueremo a monitorare gli effetti del Superbonus 110 perché crediamo sia necessario stabilizzarlo e renderlo strutturale. Anche perché il 56% delle famiglie è disposto ad effettuare lavori di riqualificazione energetica anche con una quota inferiore di incentivo, qualora il Superbonus non venisse prorogato o venisse ridotto dopo il 2023” – ha concluso Marco Marcatili.

Approfindimenti su Nomisma.it 

Osservatorio Nomisma: lo sguardo privilegiato sul mercato immobiliare

L’Osservatorio Immobiliare Nomisma fornisce uno sguardo sempre attuale su questo mercato, attraverso indagini mirate e numeri costantemente aggiornati. Forte di una lunga e consolidata esperienza, Nomisma è un supporto importante per i clienti, che in questo modo possono adottare differenti strategie di business. Fra i numerosi servizi dell’Osservatorio, le banche dati, i Rapporti quadrimestrali sul mercato immobiliare e il Rapporto sulla Finanza Immobiliare.

Confronta gli annunci

Confrontare
EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol